CibiReali | Pasticceria Roletti
576
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-576,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-product-single-tabs-on-bottom,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Pasticceria Roletti

pinot-angelica3sep_1080

La Pasticceria Roletti nacque a San Giorgio Canavese il 5 gennaio 1896

Roletti o Roletto è cognome tipico delle valle Sacra, un solco vallivo che si sviluppa sulle propaggini più orientali del versante canavesano del Gran Paradiso.

Dopo numerosi viaggi in carrozza da Agliè a San Giorgio, il Principe Tommaso di Savoia, Duca di Genova, concede alla pasticceria di fregiarsi del suo stemma. La fama della pasticceria si estende subito presso la casa reale. Diventa così una delle gemme della “corona di delizie dolciarie” di corte, affiancandosi ai grandi locali torinesi. Così la Regina Madre Margherita di Savoia comincia a frequentare assiduamente la Pasticceria, raggiungendola con la sua carrozza con ruote bianche ed omaggiando i bambini sangiorgesi accorsi con la speranza di ricevere qualche dolciume. Nel 1923 la Regina Madre concede alla pasticceria il diritto di fregiarsi del suo stemma regale.

Quarta generazione

Il perfezionamento della tradizione artigianale

All’inizio degli anni ’80 entra in scena la quarta generazione dei Roletti: Pier Luigi. Perseguendo l’obiettivo della assoluta qualità, la pasticceria ha raccolto negli ultimi anni numerosi riconoscimenti dagli esperti di settore attirando così una clientela di gourmets anche da regioni lontane. Le sue caratteristiche la candidano nuovamente a pasticceria di riferimento del Castello Ducale di Agliè, uno dei gioielli della principale scommessa turistica internazionale che giocherà nei prossimi anni il Piemonte: il circuito delle Residenze Sabaude.

pasticceria-roletti